Home News Ultime Assemblea annuale 2016-17 del Comitato Regionale Emilia-Romagna di FIR

Assemblea annuale 2016-17 del Comitato Regionale Emilia-Romagna di FIR

PDF Stampa E-mail
Lunedì 13 Novembre 2017 16:50

Assemblea CRER 201617

Parma, 6 Novembre 2017 - Si è tenuta a Parma lo scorso 28 Ottobre Parma l'annuale assemblea del comitato regionale Emilia-Romagna della Federazione Italiana Rugby. Il comitato, presieduto da 10 mesi da Giovanni Poggiali, dopo il pranzo di benvenuto tenutosi nella clubhouse "Le Tre Viole" della Cittadella del Rugby di Parma ha accolto nella propria sede all'interno dello Stadio Lanfranchi i presidenti delle società emilano-romagnole; con l'obiettivo di relazionare gli stessi sulle attività svolte e quelle strategiche future del CRER. Al comitato nella stagione 2016/17 risultano affiliate 80 società rugbistiche del territorio che va da Piacenza fino a Rimini.

Dopo aver ringraziato l'ex presidente Mario Spotti ed aver ratificato la validità della seduta grazie alla presenza del numero legale di società aventi diritto di voto, il presidente Poggiali ha illustrato ai partecipanti lo stato dell'arte dei progetti tecnico, finanziario e comunicativo e soprattutto il nuovo consiglio del rugby regionale con le relative deleghe attive assegnate; una positiva novità nell'operato del consiglio in carica da quasi un anno.

Nella consapevolezza delle limitate risorse e strumenti a disposizione, il presidente ha ringraziato la Federazione Italiana Rugby che ha affidato la conduzione tecnica del comitato Emilia-Romagna all'allenatore bolognese ed ex pilone Azzurro Stefano Romagnoli. A lui ed a tutto lo staff tecnico -tra cui l'ex tecnico regionale Mario Dadati - sono stati rivolti i migliori auguri per lo sviluppo di questa area, davvero strategica secondo la direttiva del nuovo presidente. Vicinanza ai club e suddivisione in aree geografiche rappresentano gli obiettivi del CRER per sviluppare un positivo lavoro capillare in tutta la regione.

Poggiali ha altresì lodato l'ottimo lavoro di Francesca Borchini, segretaria del comitato e figura operativa fondamentale per tutte le attività, alla quale dalla prossima stagione 2017/18 si affiancherà anche la nuova figura dell'ufficio stampa. Dopo una valutazione dei curricula pervenuti per la figura ricercata - mai presente finora nell'organigramma del comitato- il consiglio ha deciso di conferire la delega alla comunicazione a Leonardo Mussini; stimato professionista già responsabile dell'ufficio stampa e relazioni esterne della franchigia federale delle Zebre Rugby sin dalla sua creazione nel 2012.

Poggiali ha ricordato l'importanza di collaborare in modo costruttivo con la classe arbitrale, che nel comitato è coordinata da Alberto Toselli. Obiettivo comune è sia quello d'incrementarne il numero ma soprattutto la qualità dei fischietti: in questo senso il CRER ha deciso di finanziare la nuova Accademia Regionale Arbitrale che partirà in via sperimentale in questa stagione appena cominciata.

L'assemblea si è chiusa con l'invito da parte del presidente ai club presenti di avviare una serie d'incontri presso le sedi delle società per poter conoscere meglio le reciproche attività e diventare sempre più coesi; nel bene della famiglia del rugby emiliano-romagnolo.

Due i premi speciali consegnati nella giornata: quello all'Amatori Parma Rugby Club U16 -vincitore del Trofeo degli Appennini- e alla formazione seniores del TXT Cus Ferrara Rugby primo classificato nel girone 5 del campionato di Serie C1, promosso dunque in Serie B.

Al termine della seduta tutti i partecipanti hanno potuto assistere allo Stadio Lanfranchi alla prestigiosa sfida di Guinness PRO14 tra lo Zebre Rugby Club ed i Cheetahs, la formazione sudafricana che per la prima volta ha giocato una gara ufficiale sul suolo italiano. Ospiti della società bianconera i presidenti hanno così potuto sostenere la franchigia, fiore all'occhiello del rugby regionale, che rappresenta l'eccellenza del rugby di club italiano insieme all'altra formazione del Benetton Treviso.


L'organigramma del Comitato Regionale Emilia-Romagna di FIR:

  • Giovanni Poggiali - Presidente
  • Enrico Freddi - Vice-presidente e delegato settore tecnico e commissione organizzazione gare
  • Gian Claudio Barillà - Consigliere delegato al settore scuole
  • Giacomo Berdondini - Consigliere delegato commissione gare
  • Lucio Bini - Consigliere delegato settore femminile
  • Tiziano Fabbri - Consigliere delegato commissione gare
  • Daniele Ragone - Segretario delegato al controllo finanziario
  • Massimo Villa - Delegato settore tecnico
  • Francesca Borchini - Segreteria Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
  • Stefano Romagnoli - Tecnico regionale
  • Alberto Toselli - Coordinatore arbitrale
  • Andrea Fontana - Designatore arbitrale
  • Maria Paparo - Resp.le sviluppo arbitrale
  • Alberto Maria Barbieri - Giudice sportivo
  • Giuseppe Cornetti - Guidice sportivo
  • Leonardo Mussini - Addetto Stampa

I numeri del rugby in Emilia-Romagna nella stagione 2016/17:' 

8404 tesserati in Emilia-Romagna

6343 giocatori di rugby in Emilia-Romagna

2120 tesserati nella provincia di Parma

1831 tesserati nella provincia di Bologna

1320 tesserati nella provincia di Modena

903 tesserati nella provincia di Piacenza

753 tesserati nella provincia di Ravenna

494 tesserati nella provincia di Forlì-Cesena

464 tesserati nella provincia di Reggio-Emilia

266 tesserati nella provincia di Rimini e San Marino

253 tesserati nella provincia di Ferrara

956 gare organizzate ' 

494 giocatrici in Emila-Romagna

66 società sportive affiliate

46 campi da rugby utilizzati

38 nazionali Azzurri dei club affiliati al comitato dell'Emilia-Romagna

29 tornei nazionali omologati organizzati

14 enti scolastici affiliati






 

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la tua esperienza su di esso. I cookie essenziali sono già stati installati, a norma di legge. Per avere ulteriori informazioni sui cookie che usiamo e come rimuoverli, leggi la nostra Cookie Policy.

Accetti i cookie da questo sito?

Leggi la Direttiva Europea sulla e-Privacy